Find a Doctor
 
Cosa aspettarsi
FDA approved

Cosa aspettarsi


01: AspireAssist va bene per me?

Il paziente e il medico dovrebbero valutare insieme se AspireAssist sia l’opzione giusta, sulla base delle condizioni generali di salute del paziente, del suo stile di vita, degli obiettivi di perdita di peso e di altri fattori. Sebbene in molti lo ritengano uno strumento molto efficace ai fini della perdita di peso, ci teniamo a ricordare che ogni metodo di dimagrimento richiede impegno e duro lavoro. Ecco alcuni degli aspetti da considerare attentamente prima di scegliere AspireAssist.

È NECESSARIO IMPEGNARSI A TRASFORMARE RADICALMENTE IL PROPRIO STILE DI VITA

Le abitudini alimentari sono associate a fattori emozionali e ambientali. Per far sì che la terapia garantisca risultati ottimali, è necessario affrontare tali aspetti. Per favorire la trasformazione necessaria vengono offerte varie forme di supporto, fra cui un’assistenza individuale a un corretto stile di vita e/o gruppi di supporto, oltre a un forum specifico online. Il paziente deve partecipare attivamente almeno ad alcune di queste attività ed essere disposto a lavorare con il personale medico e con altri pazienti per l’intera durata del percorso. Con il passare del tempo, i pazienti AspireAssist più diligenti imparano a scegliere alimenti più sani, a ridurre le porzioni e a svolgere attività fisica regolare non appena iniziano a perdere peso. Spesso gli spuntini e le bevande ad alto contenuto calorico, come la birra o le bibite gassate, non vengono aspirati, perciò è importante limitarne l’assunzione a livelli salutari e scegliere alternative poco caloriche.

CI VUOLE TEMPO PER ASPIRARE

Una volta acquisita dimestichezza con la tecnica dell’aspirazione e imparato a masticare con cura, saranno sufficienti 5-10 minuti per aspirare un pasto. All’inizio, tuttavia, la procedura potrebbe richiedere un po’ più di tempo. Prima di richiedere AspireAssist bisogna essere certi di poter eseguire regolarmente le aspirazioni dopo ogni pasto. È quindi necessario analizzare le proprie abitudini sul lavoro, a casa, nei fine settimana e con la famiglia e gli amici. Anche se è ammesso saltare occasionalmente un’aspirazione, per raggiungere risultati ottimali occorre eseguire le aspirazioni tre volte al giorno, quasi tutti i giorni.

CONCENTRARSI SULLA MASTICAZIONE

Se il cibo non viene sminuzzato a sufficienza non passerà attraverso il tubo. Per poterlo aspirare efficacemente, quindi, è necessario imparare a masticare completamente ogni boccone. Sebbene possa sembrare semplice, cambiare il proprio modo di masticare (o qualsiasi abitudine di lunga data) rappresenta una sfida che richiede un certo tempo di esercizio. Una masticazione accurata implica un aumento della durata di ogni pasto ma aiuta a nutrirsi con maggiore consapevolezza. I pazienti AspireAssist che hanno conseguito i migliori risultati riferiscono che curando la masticazione hanno imparato a ridurre le porzioni e a smettere di mangiare una volta sazi.

VALUTARE IL SOSTEGNO SU CUI CONTARE

È importante coinvolgere nel programma i propri familiari e le persone vicine. Durante il processo di cambiamento occorrerà tutto il sostegno possibile da parte di chi ci circonda. Coloro che ci circondanoinfluiscono in maniera considerevole sui nostri comportamenti in fatto di salute: per esempio quando ci incoraggiano a diventare più attivi, a mangiare in maniera più sana e ad effettuare le aspirazioni.

CONCEDERSI IL TEMPO NECESSARIO PER RIPRENDERSI DALL’INTERVENTO

La convalescenza dall’intervento è solitamente più rapida rispetto a quella che segue i più invasivi interventi di chirurgia bariatrica. La maggior parte dei pazienti ritorna a casa il giorno stesso, ma alcuni accusano dolori più o meno intensi nei primi 2-3 giorni. Il dolore in genere può essere gestito con farmaci mirati, ma la cicatrizzazione ottimale della ferita potrebbe richiedere alcuni giorni di riposo dal lavoro o da altre responsabilità.

SOTTOPORSI A REGOLARI VISITE DI CONTROLLO

Durante il primo anno della terapia, il medico convocherà il paziente in ambulatorio ogni 1-2 mesi (poi con minor frequenza) per monitorare i progressi conseguiti, controllare il livello degli elettroliti e altri valori ematologici e assicurarsi che il sito di applicazione dello Skin-Port si mantenga sano. Le persone con una vita lavorativa o familiare molto intensa o che abitano lontano dall’ambulatorio del medico, dovrebbero valutare attentamente se saranno in grado di mantenere il livello di impegno richiesto da questa terapia.

 

02: Uno stile di vita sano e normale

L’obiettivo di perdere peso non deve impedirci di vivere con gusto concedendoci qualche cena fuori con gli amici, un bicchiere di vino a tavola o una cena a casa con la famiglia. AspireAssist non impone limitazioni specifiche su cosa e quando bere e mangiare, anche se la moderazione è sempre un importante principio da seguire. Man mano che si comincia a perdere peso si apprenderà gradualmente a fare delle scelte salutari per il proprio corpo, sempre più snello e sano.

AspireAssist offre un sostegno lungo il percorso verso il dimagrimento, ma occorre impegnarsi a fondo per rendere possibile la trasformazione! Il segreto del successo di AspireAssist sono le aspirazioni regolari dopo la maggior parte dei pasti principali. Per i pazienti più diligenti, le aspirazioni diventano parte della routine quotidiana, come lavarsi i denti. Inoltre, è necessario imparare a masticare con cura e bere abbondante acqua per facilitare l’aspirazione del cibo.

Grazie al programma di modifica dello stile di vita,i pazienti apprendono anche comportamenti più salutari. Per molti pazienti, la velocità dei primi risultati combinata al programma di modifica dello stile di vita rappresenta un incoraggiamento ad adottare permanentemente abitudini più salutari. AspireAssist, inoltre, può ridurre lo stress e l’ansia associati al cibo, contribuendo ulteriormente ad aumentare il senso di fiducia del paziente in un’alimentazione sana.

03: Cosa aspettarsi dopo l'intervento

Il percorso di dimagrimento con AspireAssist è diverso per ogni paziente. Questa sezione fornisce un’idea generale di ciò che è possibile aspettarsi da questa terapia nei primi giorni, settimane, mesi e anche oltre.

FASE DELLA CONVALESCENZA (GIORNI 1-3 SUCCESSIVI ALL’INTERVENTO)

Il paziente ha appena intrapreso un viaggio che cambierà in maniera positiva la sua vita e, con grande entusiasmo, non vede l’ora di cominciare! Deve però attendere il tempo necessario per la cicatrizzazione. Durante i primi 7-14 giorni lo stoma, cioè l’incisione attraverso cui è stato inserito il tubo, deve cicatrizzare e stabilizzarsi attorno al tubo medesimo, un po’ come quando si forano i lobi delle orecchie per un piercing. La maggior parte dei pazienti torna a casa già un’ora o due dopo l’intervento. Il medico prescrive gli adeguati analgesici e antibiotici che devono essere assunti. Infatti, nei primi giorni, il paziente potrebbe accusare dolori o fastidi, che tuttavia saranno alleviati dai farmaci prescritti. Normalmente è possibile fare la doccia due giorni dopo la procedura, ma il medico fornirà le specifiche istruzioni a riguardo in base allo stato di salute e di guarigione del paziente. Il paziente riceverà istruzioni anche su come curare il sito dello stoma.

FASE DELLA CICATRIZZAZIONE (GIORNI 3-10)

Il personale medico continuerà a controllare il paziente per verificare la corretta cicatrizzazione. Normalmente i pazienti ritornano al lavoro e riprendono le regolari attività entro pochi giorni, ma in questa fase di cicatrizzazione potrebbero accusare dei disturbi addominali. Anche dopo aver ripristinato le proprie abitudini quotidiane, è necessario continuare a curare lo stoma e ad assumere i farmaci prescritti. Al termine di questa fase, il sito dello stoma dovrebbe essere completamente cicatrizzato e consentire bagni, nuoto ed esercizio fisico.

APPLICAZIONE DELLO SKIN-PORT (GIORNI 10-14)

Dopo 10-14 giorni il paziente si reca nuovamente presso l’ambulatorio del medico per il collegamento dello Skin-Port all’A-Tube a livello della cute addominale. Questa procedura richiede pochi minuti ed è completamente indolore. La terapia con AspireAssist può iniziare subito dopo questo collegamento. Il team medico illustra al paziente il corretto utilizzo di AspireAssist, incluso quando e come eseguire delle aspirazioni efficaci. Questo è il momento ideale per iniziare il programma di cambiamento dello stile di vita e cominciare ad apportare modifiche graduali al proprio regime alimentare e all’attività fisica.

Dopo questo appuntamento, il paziente porterà con sé lo Starter kit di AspireAssist. Il kit include: 1) il Companion, un dispositivo di dimensioni contenute (grande circa quanto il palmo di una mano) che facilita il drenaggio del cibo dallo stomaco, 2) gli accessori del dispositivo e 3) una piccola custodia in cui riporre il dispositivo. La custodia è piccola e discreta e può essere comodamente riposta in una borsa o valigetta. È consigliabile iniziare portando sempre con sé la custodia per essere preparati ad eseguire l’aspirazione dopo ogni pasto.

04: Cosa aspettarsi nel primo anno

INIZIARE A UTILIZZARE ASPIREASSIST (MESE 1)

Già durante il primo mese molti pazienti osservano una rapida riduzione del peso! L’obiettivo è perdere circa 0,5-1 kg a settimana, anche se nelle prime settimane il dimagrimento potrebbe essere ancora più rapido. Ogni paziente ha un’esperienza diversa e potrebbe aver bisogno di qualche tempo per abituarsi al dispositivo. In questo periodo il paziente impara a integrare la procedura nella propria routine quotidiana e ad acquisire dimestichezza con l’uso di AspireAssist. Al termine del primo mese è possibile che il paziente senta già di avere più energia e un maggior controllo sulla propria salute. Anche gli indumenti potrebbero risultare troppo grandi.

Il tutto avverrà sotto scrupoloso controllo medico volto a verificare l’efficacia della terapia e lo stato di salute del paziente. La maggior parte dei pazienti si sottoporrà a una visita di controllo presso il proprio medico alcune settimane dopo l’inizio della terapia AspireAssist. Durante questa visita il medico potrebbe decidere di accorciare il tubo in base alla riduzione del volume circostante.

In questo periodo il paziente potrebbe iniziare anche a frequentare un gruppo di sostegno con altri pazienti che utilizzano AspireAssist. Questi gruppi rappresentano un modo eccellente per tenere viva la motivazione, imparare dagli altri e continuare ad osservare le regole per l’intera durata della terapia!

I RISULTATI CONTINUANO (MESI 2-6)

Se le aspirazioni vengono eseguite con regolarità, la perdita di peso sarà rapida e costante! In questa fase il paziente riesce ad eseguire le aspirazioni con rapidità ed efficienza, consolidando una routine che prevede dove e come effettuare le aspirazioni durante la giornata. È il momento di concentrarsi sull’esecuzione delle aspirazioni dopo ogni pasto, circa 2-3 volte al giorno. È importante continuare a sottoporsi a controlli regolari da parte del personale medico. Normalmente i pazienti si recano dal medico circa una volta al mese per un check-up. Le visite possono includere esami del sangue volti a verificare che il livello degli elettroliti e di altri valori ematologici sia nella norma e, all’occorrenza, l’accorciamento del tubo A-Tube.

Al termine del primo semestre i pazienti che eseguono le aspirazioni con regolarità avranno perduto circa il 40% del peso in eccesso. Per molti pazienti questo drastico cambiamento di peso rappresenta uno stimolo a ulteriori cambiamenti positivi dello stile di vita. Seguendo il programma di trasformazione dello stile di vita apprendono ad alimentarsi in maniera più sana e ad aumentare gradualmente i livelli di attività fisica. In pochi mesi avranno perduto una o due taglie. È il momento di premiare il duro lavoro regalandosi qualche abito nuovo!

CONCENTRARSI SUI CAMBIAMENTI POSITIVI DELLO STILE DI VITA (MESI 6-12)

Per molti pazienti, dopo i primi 6 mesi la perdita di peso prosegue a un ritmo meno sostenuto. Dopo un dimagrimento considerevole, per continuare a perdere peso è necessario ridurre ulteriormente l’apporto calorico. In questa fase è più che mai importante eseguire le aspirazioni con regolarità. Questo è il momento ideale per concentrarsi sulle proprie abitudini e trasformarle in uno stile di vita sano ed equilibrato. Con un corpo più snello sarà ancora più facile svolgere un’attività fisica; inoltre l’assistenza a un corretto stile di vita fornirà al paziente numerosi strumenti atti a sviluppare abitudini alimentari corrette

Anche se il medico continuerà a monitorare i progressi del paziente, dopo i primi 6 mesi di terapia le visite di controllo diventeranno meno frequenti. In questa fase anche la necessità di accorciare il tubo collegato allo Skin-Port diventerà meno frequente. Molti pazienti raggiungono il proprio obiettivo di perdita di peso entro la fine del primo anno continuando ad eseguire le aspirazioni con gradualità e adottando cambiamenti graduali dello stile di vita.

05: Il mantenimento del peso

IL MANTENIMENTO DEI RISULTATI (ANNO 1 E OLTRE)

Una volta raggiunto l’obiettivo di peso previsto, è necessario continuare a concentrarsi sulla perdita di peso! Dopo un anno, molti pazienti scoprono di aver iniziato a nutrirsi in maniera più corretta: porzioni più contenute, alimenti sani e nutrienti e meno spuntini. Grazie a queste nuove abitudini alimentari, molti pazienti sono in grado di continuare a perdere peso riducendo la aspirazioni a una al giorno o anche meno. Altri, invece, cominciano a riacquistare peso se riducono la frequenza delle aspirazioni. È quindi necessario decidere insieme al medico la modalità più indicata al proprio caso.

Anche se le visite di controllo saranno meno frequenti durante il primo anno, il team medico continuerà a monitorare periodicamente i risultati raggiunti. Se si frequenta un gruppo di sostegno, è importante mantenere il contatto anche dopo un anno in modo da tenere viva la motivazione e mantenere a lungo i risultati.

RIMOZIONE DI ASPIREASSIST

Dopo aver raggiunto il peso desiderato, alcuni pazienti desiderano far rimuovere AspireAssist. Se la terapia è stata accompagnata da un cambiamento sensibile dello stile di vita, è possibile rimuovere il dispositivo senza il rischio di riacquistare peso. Noi consigliamo a tutti i pazienti di sospendere le aspirazioni per almeno due o tre mesi, prima di rimuovere AspireAssist per capire se, senza il dispositivo, siano in grado di mantenere il peso raggiunto. Molti pazienti, invece, scelgono, di mantenere AspireAssist in sede per essere più sicuri di conservare il peso raggiunto.

06: Domande frequenti

D: I pazienti sono portati a mangiare di più per compensare la perdita delle calorie aspirate?

I nostri studi clinici non registrano casi di pazienti che utilizzino il dispositivo come pretesto per mangiare di più, o che mangino di più per compensare le calorie aspirate. Al contrario, i dati clinici indicano che i pazienti mostrano un maggiore autocontrollo, una minore sfrenatezza e nessuna tendenza alla fame compulsiva. Questi risultati suggeriscono che molte persone affette da obesità assumono calorie in eccesso a causa di fattori ambientali (stress, attività sociali, desiderio di assaporare pietanze specifiche, ecc.) piuttosto che per un'effettiva esigenza dell'organismo di assumere una determinata quantità di calorie al giorno.

D: AspireAssist è un dispositivo permanente?

Il programma AspireAssist prevede una terapia di sostegno al cambiamento dello stile di vita, che insegna ai pazienti ad alimentarsi in maniera corretta e a svolgere attività fisica durante il dimagrimento. I pazienti che riescono a modificare adeguatamente lo stile di vita possono rimuovere il tubo senza riacquistare peso. I nostri studi mostrano che la maggior parte dei pazienti che iniziano questa terapia sceglie di proseguirla in modo da mantenere il peso raggiunto. Tuttavia, se hanno necessità di continuare a usare AspireAssist per mantenere il peso, è probabile che interrompendo la terapia ricominceranno a ingrassare.

D: I pazienti che utilizzano AspireAssist assumono nutrienti a sufficienza?

Con le aspirazioni si elimina solo un terzo circa del cibo ingerito e l'eliminazione del cibo avviene in maniera uniforme. Si tratta di un efficace controllo delle porzioni senza privazioni ed è quindi simile a una comune dieta ipocalorica. Inoltre, prevede un controllo accurato dei pazienti dal punto di vista dell'equilibrio nutrizionale ed elettrolitico.

D: Perché questo sistema elimina solo il 30% delle calorie?

Dopo un'aspirazione “completa” (quando il cibo non fuoriesce più), circa il 70% delle calorie ingerite si trova ancora nello stomaco o nell'intestino. Questo avviene per diverse ragioni: 1) parte del cibo è già passato nell'intestino tenue per l'assorbimento; 2) il tubo si trova nella parte superiore dello stomaco, di conseguenza il cibo presente nella porzione inferiore dello stomaco non viene aspirato; 3) parte del cibo non passa attraverso il tubo. I nostri studi dimostrano che i pazienti che tentano di aspirare completamente un pasto ingerito riescono ad eliminare in media solo il 30% circa delle calorie.

D: Le infezioni costituiscono un problema?

Durante gli studi clinici condotti, non abbiamo registrato infezioni importanti ma solo infezioni di modesta entità risolte con trattamenti conservativi. Come per le sonde PEG, i tessuti cicatrizzano attorno al tubo inserito riducendo l'esposizione alle infezioni. I pazienti vengono opportunamente istruiti su come controllare con regolarità il sito per escludere arrossamenti e infiammazioni, rivolgendosi al medico in caso di alterazioni dell'aspetto.

D: Qual è la differenza di questo programma rispetto alla bulimia?

La bulimia è un disturbo psicogeno caratterizzato da episodi di consumo compulsivo ed eccessivo di cibo, cui fanno seguito pratiche di compensazione. La bulimia si verifica fuori da ogni controllo medico, mentre la terapia AspireAssist si svolge sotto il controllo del medico con un attento monitoraggio degli elettroliti e dei metaboliti. AspireAssist non provoca bulimia. Per un'efficace aspirazione del cibo è necessario masticare con cura e mangiare lentamente, al contrario di quanto avviene durante le abbuffate compulsive. Tra i principali rischi della bulimia vi sono i danni a carico dei denti e dell'esofago dovuti agli acidi gastrici; AspireAssist non presenta tali rischi.

Inoltre, vi è scarsa correlazione tra bulimia e obesità. I pazienti che desiderano iniziare la terapia con AspireAssist devono sottoporsi a screening per la bulimia e altri disturbi psicologici per accertare la loro eventuale idoneità alla terapia.

D: Durante l'uso di AspireAssist è possibile svolgere attività normali come fare il bagno o nuotare?

Sì, non appena i tessuti si sono cicatrizzati attorno al sito di inserimento del tubo, i pazienti possono praticare nuoto, esercizio fisico o svolgere altre attività che fanno parte della normale vita quotidiana.

D: Quando sarà disponibile AspireAssist?

AspireAssist ha ottenuto l'autorizzazione e il marchio CE per la commercializzazione in Europa nel dicembre 2011 ed è disponibile su base limitata in Europa e in poche altre regioni. AspireAssist è attualmente in fase di sperimentazione e non ancora in commercio negli Stati Uniti. Sebbene in attesa di ottenere l'autorizzazione FDA in futuro, non sappiamo quando sarà possibile commercializzare il dispositivo negli Stati Uniti.

07: Storie di successo

Ecco i racconti dei pazienti AspireAssist sul loro percorso di dimagrimento e su come hanno ottenuto risultati straordinari grazie a questa terapia!